Ultime News

Ultime News

Leggi le ultime notizie dal mondo delle auto aziendali

a cura della redazione del sito A.I.A.G.A.

Fleet Manager Academy di Milano: 21 i crediti formativi riconosciuti ai partecipanti

AIAGA, in collaborazione con Econometrica, ha istituito un sistema per realizzare attività di formazione permanente per i fleet manager istituendo anche un sistema che prevede il riconoscimento di crediti formativi ai fleet manager che partecipano ad iniziative di formazione riconosciute. Per realizzare il suo obiettivo AIAGA ha depositato una prassi di riferimento presso l’UNI, l’Ente italiano di Normazione, che contiene tra l’altro la descrizione delle mansioni delle figure professionali che nelle aziende gestiscono la mobilità ed in particolare della figura di fleet manager.

Alla certificazione professionale dei fleet manager è stato anche dedicato un seminario di particolare importanza tenuto dal Direttore Generale di UNI, Ruggero Lensi, alla Fleet Manager Academy che si è svolta lo scorso 15 marzo al Palazzo del Ghiaccio di Milano.

Come è già avvenuto per la Fleet Manager Academy di Bologna, anche la partecipazione ai singoli seminari della Fleet Manager Academy del 15 marzo a Milano ha consentito la maturazione di crediti formativi. Il programma dei seminari dell’Academy di Milano ha riportato per ogni seminario il numero di crediti riconosciuto ed è consultabile al seguente link: consulta il programma.

Fleet Manager Academy di Milano: grande successo con 362 fleet manager partecipanti e 27 partner

Con ben 362 fleet manager partecipanti, si è rivelata un grande successo la nona edizione di Fleet Manager Academy, manifestazione dedicata al mondo della mobilità aziendale che si è svolta lo scorso 15 marzo a Milano, organizzata da Econometrica con il patrocinio di Aiaga (Associazione Italiana Acquirenti e gestori di Auto Aziendali) e di Aniasa (Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici).
 
Nel corso della giornata i fleet manager hanno potuto partecipare ai lavori di sei seminari focalizzati su temi di grande interesse per chi gestisce flotte di veicoli. Si è iniziato con “La gestione integrata della mobilità aziendale”, per poi proseguire con “Donne ed auto aziendali, un’opportunità per i fleet manager” e poi ancora “Le scelte dei driver nelle car list”. Evento portante della giornata è stata la lectio magistralis di Paolo Santi, membro del Senseable City Lab del MIT (Massachussets Institute of Technology) su “L’innovazione tecnologica e la nuova Corporate Mobility”. Alla lectio magistralis sono seguiti due seminari focalizzati su “Come scegliere i servizi e le soluzioni di mobilità innovative” e “La certificazione professionale del responsabile della mobilità aziendale”.
 
Fleet Manager Academy, però, non ha offerto solo la possibilità di partecipare ai seminari elencati in precedenza. Infatti i fleet manager hanno potuto anche visitare gli stand espositivi dei partner, sia case automobilistiche che hanno portato in esposizione ben 30 modelli (Audi, BMW, FCA – con i marchi Alfa Romeo e Jeep – Ford, Hyundai, Kia, Lexus, Maserati, Mercedes-Benz, Renault, Seat, Skoda, Tesla, Toyota), sia aziende che offrono servizi nel settore della mobilità aziendale (Alphabet, Arval, Bepooler, Coyote, Fleet Support, Gac Technology, InfoGroup, Jojob, Leaseplan, Leasys, MyFleetSolution, Telepass, Volkswagen Financial Services). Per i fleet manager era inoltre disponibile anche un servizio di consulenza fiscale riservato, con la presenza di due esperti di grande qualificazione.
A breve saranno disponibili nel sito internet www.fleetmanageracademy.it (ed anche nei siti www.autoaziendalimagazine.it e sul nostro sito www.aiaga.it) gli atti dei seminari, una fotogallery dell’intera giornata ed i video realizzati da Kamel Film (partner ufficiale della manifestazione) durante l’intera giornata.

Arriva in Italia FleetSafer, la soluzione per le aziende contro i rischi della guida distratta

La distrazione alla guida costituisce una delle principali cause di incidenti stradali. Secondo le ultime statistiche, ben il 26% degli incidenti è causato dalla guida distratta o meglio dall’uso del cellulare mentre si è alla guida del veicolo. Si tratta di un problema di assoluta priorità, in particolare per le aziende. Alcuni studi USA hanno infatti quantificato per le aziende il costo medio di un incidente con ferite a un dipendente in circa 136.000 euro, mentre il costo medio dei danni ai mezzi è invece stimato intorno ai 23.000 euro.
Proprio per contrastare questo fenomeno, è arrivata in Italia FleetSafer, una nuova soluzione per combattere la guida distratta. La soluzione è dedicata proprio alle flotte aziendali ed è stata realizzata da AEGIS Mobility e distribuita in Italia da FleetCompare.
Ma come funziona, esattamente, FleetSafer? Si tratta di un software per smartphone e tablet che rileva automaticamente lo stato di guida del conducente ed imposta il dispositivo in modalità di sicurezza (Safe mode) durante la guida. A quel punto telefonate, email, SMS o notifiche social vengono bloccate fino alla prossima sosta con veicolo fermo. Il software consente di effettuare o ricevere chiamate solo quando il telefono è collegato al vivavoce all’interno dell’auto. Fleet Safer promuove quindi un uso sicuro, legale e responsabile dei dispositivi mobili aziendali mentre i dipendenti sono alla guida.

Carlo Bertolini (Chiesi Farmaceutici) nominato International Fleet Manager of the year Medium Fleet

Un riconoscimento importante è stato attribuito ad un fleet manager italiano. Carlo Bertolini, fleet manager Europe di Chiesi Farmaceutici, ha infatti ottenuto il premio come “Fleet Manager of the year” nella categoria Medium Fleet. Tale riconoscimento gli è stato consegnato in occasione del Fleet Europe Forum 2016 a Barcellona. In particolare le motivazioni per questo riconoscimento vanno ricondotte alla strategia implementata da Bertolini per gestire la flotta europea di Chiesi, composta da circa 1.600 autovetture. Questa strategia include, tra le altre cose, la selezione dei modelli in base al TCO, con un massimo di emissioni di 120 g/km; la selezione di tre marchi generalisti e due premium per ogni nazione; la competizione tra almeno due società di noleggio per ogni nazione; una durata fissa dei contratti di noleggio di 48 mesi. Bertolini ha inoltre introdotto con successo progetto pilota di car sharing aziendale e l’uso di taxi aziendali.

claudiobertolini

È online la nuova sezione “Documenti” del sito di A.I.A.G.A

Il nostro sito si arricchisce da oggi di una nuova sezione “Documenti”, accessibile dalla home page, nell’ambito della quale vengono raccolti tutti i documenti ufficiali prodotti da A.I.A.G.A. che riguardano il mondo fleet.

In questa area ad-hoc, in particolare, sarà possibile consultare slides di convegni, linee guida, materiale e contributi di carattere tecnico-divulgativo e formativo su tematiche di grande interesse per il settore dell’auto aziendale, tra cui: sicurezza nelle flotte, aspetti fiscali, sostenibilità, tecnologia, car policy e gestione del TCO. Non manca, poi, uno sguardo anche alla situazione delle flotte aziendali in Italia e all’estero, alle best practices in materia di fleet management e agli ultimi trend del settore.

Pensata per diventare uno strumento fondamentale di conoscenza e approfondimento per chi vuole operare nel settore, la nuova sezione “Documenti” presenta tutto il patrimonio documentale digitale prodotto da A.I.A.G.A. a partire dal 2011 (anno di fondazione dell’Associazione). Tutti i documenti sono disponibili in diversi formati (PPT, Word e PDF) e consultabili previa registrazione gratuita al sito.

Fleet Manager Academy di Bologna: disponibili online gli atti dei seminari

Sono online gli atti dei seminari dell’ottava edizione di Fleet Manager Academy, evento di aggiornamento e formazione professionale dedicato agli acquirenti e gestori di flotte aziendali che si è svolto a Bologna lo scorso 12 ottobre.

Collegandosi a www.fleetmanageracademy.it e scorrendo in basso la pagina fino alla sezione “Atti dei seminari” è possibile scaricare le presentazioni dei relatori intervenuti e i documenti collegati alla presentazione di Giovanni Tortorici. 

A Barcellona, il 16 novembre, la X edizione dei Fleet Europe Forum & Awards

C’è grande attesa per la decima edizione dei Fleet Europe Forum & Awards, appuntamento ormai consolidato a livello europeo e tra i più importanti per l’intera comunità di gestori e acquirenti di flotte aziendali. L’edizione di quest’anno si svolgerà in Spagna e precisamente a Barcellona, presso il Catalunya Congress Center, il prossimo 16 novembre.

L’evento è organizzato dalla rivista Fleet Europe e, come da tradizione, si articolerà essenzialmente in due momenti: una parte “diurna”, caratterizzata da forum, seminari e interventi dei più autorevoli professionisti del settore flotte, e una “serale”, legata ai premi e ai riconoscimenti con i consueti “Fleet Europe Awards”, ovvero i premi assegnati per le migliori esperienze di gestione di flotte di auto aziendali realizzate nel corso del 2016 in Europa.

Molti gli argomenti che saranno trattati in questa edizione, con focus sulle nuove frontiere della gestione della mobilità aziendale, sulle tendenze e gli scenari da qui al 2020, sull’impatto sempre più crescente che stanno avendo le tecnologie e i servizi telematici nel mondo delle flotte, sui ruoli e sui modelli di business dei principali operatori del settore.

Accanto alla parte convegnistica, sempre all’interno del Catalunya Congress Center, sarà organizzato anche il Fleet Europe Village, con oltre 50 espositori che approfitteranno dell’occasione per esporre i propri servizi e interagire con gli addetti ai lavori, al fine di permettere ai partecipanti di creare una vera e propria rete di contatti con fornitori e professionisti del mondo flotte.

Per informazioni dettagliate sul programma e l’iscrizione all’evento: http://forum.fleeteurope.com/index.php

Case auto discutono sulla futura riduzione delle emissioni

I costruttori di auto hanno fissato un incontro con alcuni membri dell’EU e con le aziende che operano nel settore “green” per aprire un tavolo di discussione su quali saranno i target da fissare per il 2030 sulla riduzione delle emissioni di CO2 nelle auto vendute nel vecchio continente.

Come riportato da Automotive News Europe, dopo aver raggiunto l’obiettivo di ridurre le emissioni del 34 % negli ultimi venti anni, le case auto ritengono che si sia ottenuto il risultato massimo. Dello stesso parere non sono né i membri della Commissione Europea né tantomeno le “green companies”, convinti che ulteriori tagli alle emissioni siano possibili.

L’Unione Europea vuole che le case riducano le emissioni di CO2 di 95 grammi per chilometro entro il 2021, un ulteriore netto calo rispetto agli attuali 123,4 g/km. Il Parlamento Europeo ha votato lo scorso anno per una riduzione tra i 68 e i 78g/km entro il 2025. 

Una serie di obiettivi molto difficili da raggiungere e per i quali devono essere previsti forti investimenti in innovazione tecnologica.

Michelin lancia nuova piattaforma europea per il mercato B2B

Michelin ha lanciato una nuova piattaforma europea condivisa destinata a tutti i distributori di pneumatici del vecchio continente. Tutti coloro che si iscrivono (il servizio è attivo dalla metà dello scorso giugno) alla piattaforma potranno usufruire di una serie di informazioni sulle novità e sulla disponibilità dei prodotti Michelin sia per le auto che per i veicoli commerciali.

Per il momento i contenuti riguardano esclusivamente i prodotti Michelin, ma presto saranno disponibili informazioni anche sugli altri brand del Gruppo: Kleber, BFGoodrich, Kormoran e Tiger.

La decisione di Michelin di aprire questa nuova piattaforma nasce dal fatto che il 65% di chi si appresta ad acquistare nuovi pneumatici raccoglie informazioni online e nel 95% dei casi le informazioni arrivano più dai distributori che direttamente dai siti delle case produttrici.